Luca Conca

    Luca Conca è nato a Gravedona (CO) nel 1974.

    Frequenta l’Accademia di Belle Arti di Brera, dove si diploma in Pittura nel 1998. Nel 2002 è tra gli artisti invitati al Premio Lissone presso la Galleria Civica d’Arte Contemporanea di Lissone. Nel 2004 tiene la sua prima personale alla Galleria Antonia Jannone di Milano, con testo in catalogo di Alessandro Riva.

    Nell’ottobre del 2005 Michele Tavola cura un’esposizione di soli ritratti nelle sale di Villa Sirtori a Olginate nell’ambito della 3ª edizione di “Nuove Proposte Artistiche”, con un racconto in catalogo dello scrittore Andrea Vitali.

    Nel 2007 tiene la sua terza personale, curata da Rino Bertini, intitolata “Doppio sguardo” alla Galleria Credito Valtellinese, nelle sale di Palazzo Sertoli, a Sondrio. Il tema è quello del doppio, inteso come doppio ritratto, doppio punto di vista e ripetizione di uno stesso soggetto, sviluppato partendo dai ritratti di cinque coppie di gemelli, tra cui l’autoritratto del pittore e il ritratto del fratello gemello. I testi in catalogo sono di Marco Vallora e Armando Massarenti.

    Sempre nello stesso anno è invitato alla 58ª edizione del Premio Michetti, a Francavilla al Mare, curata da Maurizio Sciaccaluga, e al PAC, per la collettiva “Nuovi pittori della realtà”, che porta il Premio Michetti a Milano.

    Il 2007 è anche l’anno in cui Conca torna al fumetto con una storia breve per il numero #0 di “The Passenger”, un progetto dell’autore-editore Christian Marra, che di lì a poco fonderà la Passenger Press e con il quale inizierà una lunga collaborazione. Sempre nel 2007 partecipa a “Profilo d’Arte”, a cura di Chiara Gatti, al Palazzo della Permanente di Milano.

    Nel 2008 Chiara Gatti lo invita al Premio San Fedele Arte a Milano. Sempre nello stesso anno la banca Credito Valtellinese, per la ristrutturazione della sede di Morbegno, gli commissiona due grandi tele di 4 metri di altezza, per una installazione permanente nell’atrio di ingresso, nelle quali vengono reinterpretati i due versanti di montagne, quello orobico e quello retico. Alla fine del 2008 tiene una personale alla galleria Il Salotto di Como, curata da Michele Caldarelli, con un catalogo accompagnato da poesie di Luigi Picchi e lavora insieme al fotografo Vincenzo Martegani al progetto IN CIMA.

    Nel 2009 è invitato alla mostra “No landscape, la sparizione del paesaggio”, a cura di Luca Beatrice, alla Fondazione Bandera per l’Arte di Busto Arsizio. Nello stesso anno partecipa alla Biennale Giovani di Monza, 30 artisti per 5 critici, a cura di Daniele Astrologo Abadal, Valentina Gensini, Ivan Quaroni, Michele Tavola, Marco Tonelli.

    Nel 2010 è invitato alla mostra “Cross Painting”, a cura di Alessandro Riva, al Superstudio Più, Milano. Nello stesso anno è invitato a “Il Mito del vero. Il ritratto, il volto” a cura di Paolo Lesino e Giacomo Maria Prati al Palazzo della Regione Lombardia.

    Nel 2011 è invitato alle mostre regionali della 54° edizione della Biennale di Venezia, nel Padiglione Lombardia a Palazzo Te a Mantova.
    Sempre nel 2011 è tra gli artisti finalisti del Premio Lissone, e nello stesso anno è invitato alla mostra “Finis Valtellinae?”, al palazzo Pretorio di Sondrio e alla collettiva “The First Italian Show” a cura di Luca Beatrice alla First Gallery di Roma. Nel 2012 inaugura una personale alla Temporary First Gallery di Brindisi.

    Nel 2013 è invitato a partecipare alla collettiva “Maravee Anima” al Castello di Susans (UD).

    Nello stesso anno inaugura una personale, intitolata “Bianco nero e grigio” al Treviso Comic Book Festival.

    Con la Passenger Press partecipa come autore a tutte le edizioni annuali di Lucca Comics & Games, realizzando tre storie brevi per altrettanti numeri del magazine “The Passenger”, la storia “Il Ritratto”, su testi di Giorgio Giacconi (che inaugura la serie “Gli Albi del Passeggero”) e i due albi URLO e NEL BUIO.

    Vive e lavora tra Milano e Morbegno (SO)