Trasferta polacca per “Sto disegnando”

    Nel tempo del multimediale e dell’invasione dei tablet e degli schermi diffusi ovunque, il concetto stesso di “disegno” sembra aver perso il ruolo storico e originario di linguaggio-base del lavoro artistico; nel momento in cui l’arte stessa non è più basata sul segno e sulla supremazia della pittura, anche il disegno sembra aver perso dunque la sua funzione originaria. Ridotto a mero oggetto di curiosità, è semmai utilizzato spesso dagli artisti come pura valvola di sfogo a posteriori per riuscire a ritrovare la freschezza e l’ispirazione primaria da cui è sgorgata l’intuizione e il senso stesso del proprio lavoro, all’insegna di un approccio “originario” e “fondante” del lavoro pittorico.

    Felipe Cardeña

    Felipe Cardeña

    Stachu Szumski

    Stachu Szumski

    È dunque tanto più insolita e in controtendenza la mostra “Sto disegnando”, nata nel 2009 da un’idea di un artista, Michael Rotondi, teorico di un approccio “punk”, sporco ed eversivo al lavoro pittorico, che nel tempo ha riunito 45 artisti con l’idea di un comune ritorno al segno e al bianco e nero, con l’intenzione di riuscire a creare, attraverso la pluralità delle interpretazioni e dei punti di vista, una sorta di opera unica, corale, collettiva.

    Oggi l’idea è cresciuta, e dopo essere approdata in diverse gallerie e spazi espositivi italiani, ora approda anche a Varsavia, grazie al “passaggio di testimone” da Michael Rotondi ad Alex Urso, artista a sua volta e curatore indipendente di stanza nella capitale polacca, che ha fatto lievitare il numero di artisti fino a cento aprendo a una cinquantina di artisti polacchi, in una sorta di confronto a distanza tra artisti di provenienza e di nazionalità diversa, accomunati però da intenzioni e approcci simili al lavoro pittorico.

    Quello che ne esce è un affresco caotico, divertente, irriverente, debordante e vitale, che fa ben sperare su altre possibili future tappe della mostra, magari aprendo sempre a nuovi paesi, con una lievitazione progressiva e costante del numero degli artisti, come in una caotica e mastodontica “opera aperta”, ipoteticamente infinita, all’insegna del ritorno al disegno, dagli sviluppi tanto originali quanto imprevedibili.

    Michael Rotondi

    Michael Rotondi

    Sto*Disegnando/Rysuję!!!

    7 – 21 novembre 2014

    un progetto di Michael Rotondi

    a cura di Alex Urso

    Galeria V9, Ulica Hoza 9, Varsavia

    www.v9.bzzz.net