SuperPop Women. Nuove icone femminili a Palermo

     “Né sante né Madonne”, gridavano le femministe negli anni Settanta. Oggi, lungi dall’essere considerata santa o madonna, la donna, è – potremmo dire – “al borde de un ataque de nervios”, sull’orlo di una crisi di nervi, per dirla con Almodóvar. Passata attraverso le mille e alterne fasi del rifiuto della mercificazione del corpo, della ricerca di autonomia, del riflusso, della competizione col maschio, della riscoperta del sé, della nuova seduttività, di un femminismo riformato, e poi nuovamente del rifiuto della mercificazione, della ricerca di autonomia, della competizione col maschio (e via così all’infinito), oggi si trova di nuovo, come in un circolo vizioso, di fronte alle sfide da cui era partita, forse persino un po’ peggiorate nei modi e nei contenuti: donna-oggetto nella pubblicità, apparentemente santificata dalla cultura diffusa del politicamente corretto corrente, a pari diritti col maschio ma costretta a coniugare carriera & famiglia, con la contraddizione di dover essere seduttiva e cacciatrice, sesso debole quando fa comodo al maschio e sesso forte sempre quando fa comodo al debolissimo maschio di turno.

    Felipe Cardeña, Flowers Beauties, 2014.

    Felipe Cardeña, Flowers Beauties, 2014.

    Sette artisti (e artiste) contemporane cercano ora di interpretare la nuova icona femminile di questi anni Duemila: dalla rivisitazione in chiave floreale e neopop dell’icona femminile anni Cinquanta di Felipe Cardeña, alle ironiche e caricaturali dark ladies di Max Ferrigno, alle divertite super-eroine in salsa palermitana di Domenico Pellegrino, alle desolate e fiabesche sognanti ragazze di Loredana Catania, fino alle icone “superflat” di Tomoko Nagao, nelle quali i modelli occidentali e orientali si incontrano miracolosamente, e a quelle  popsurreali di Stefano Gentile. Chiude idealmente la rassegna un video di Desiderio, che presenta una desperate housewife alle prese con un folle, esilarante, surreale live show di wresting in chiave pop casalinga.

    Max Ferrigno, Play With Me, 2014.

    Max Ferrigno, Play With Me, 2014.

    SUPER POP WOMEN

    L’icona femminile nella nuova arte pop

    a cura di Silvia Fabbri

    dal 19 dicembre 2014 al 15 febbraio 2015

    GIUSEPPE VENIERO PROJECT

    piazza Cassa di Risparmio, 21

    Palermo | + 39 333 60 66 232

    https://www.youtube.com/watch?v=GLWMLCssABk