Capodanno cinese, è l’anno della Capra

    di Marius Magù.

    Nella notte tra il 18 e il 19 febbraio 2015 si festeggia il Capodanno cinese. Si entra così nell’anno della Capra.

    L’Anno della Capra viene subito dopo il tumultuoso e galoppante anno del Cavallo, e preannuncia un’atmosfera decisamente più tranquilla del precedente. Se il 2014 è stato infatti un anno di grandi sommovimenti e nervosismi, il 2015 sarà invece un anno dedicato alla contemplazione e riflessione su ciò che è stato fatto e su ciò che ci aspetta nel futuro. La perseveranza e la ricerca della tranquillità saranno gli obiettivi di quest’anno.

    Essendo quello della Capra un segno favorevole alla creatività e all’arte, quest’anno potrebbe essere anche un anno particolarmente felice per chi si occupa d’arte, o che comunque lavora in campi che hanno a che fare con l’estetica e con la creatività.

    Come immagine-simbolo di questo Capodanno dedicato alla Capra, no idi If Magazine abbiamo pensato di prendere a prestito l’immagine di una scultura di un’artista italiana, Fatima Messana, ironicamente dedicata a un grande storico e critico d’arte: Vittorio Sgarbi. Che, come noto, ha scelto l’epiteto “Capra!” (solitamente ripetuto almeno tre volte di seguito) come suo tipico intercalare polemico. Speriamo che, per una volta, l’epiteto abbia un valore apotropaico. E, anziché indicare ignoranza, porti questa volta prosperità e fortuna. E molta creatività.

    新年快樂! Buon anno!

     

    Fatima Messana, “Capra!”, 2012, Oil on Fiberglass resin, clothes, cm 110x60x40.