Great Wonderful Mom. Maternità Transgender 1983

    Terza puntata con Big Laura Story. Fotocronaca di un decennio – gli anni Ottanta – visto attraverso le immagini di Antonio De Luca, artista e fotografo attivo in quegli anni a Milano tra arte, moda, musica, pubblicità. Protagonista assoluta e icona pop rappresentativa dell’intero decennio, Big Laura, scomparsa nel 1999, mitica Pr di discoteche e di memorabili feste della Milano by night, oltre che animatrice di eventi a metà tra musica, moda, arte, design.

    In questa foto, intitolata “Great Wonderful Mom”, scattata da De Luca all’Amnesie nella primavera del 1983, è raffigurata Big Laura con in braccio un bambino, circondata da due dei suoi “fedelissimi”, giovani partecipanti della Milano scanzonata e notturna di quegli anni. “L’idea era proprio quella di fare una maternità che superasse i generi sessuali e i ruoli codificati famigliari”, ricorda De Luca, “perché Big Laura era considerata un po’ la mamma, l’amica, la confidente di tutti i gay milanesi. Loro le volevano bene, la coccolavano, le facevano da cavalier serventi. C’era quello che le disegnava gli abiti, quello che le faceva il trucco e quello che la scarrozzava in giro. E tutti, senza eccezioni, animavano assieme a lei le notti di Milano”. Il risultato ricorda una specie di Sacra Famiglia. Una sacra famiglia… versione transgender.