A sample text widget

Etiam pulvinar consectetur dolor sed malesuada. Ut convallis euismod dolor nec pretium. Nunc ut tristique massa.

Nam sodales mi vitae dolor ullamcorper et vulputate enim accumsan. Morbi orci magna, tincidunt vitae molestie nec, molestie at mi. Nulla nulla lorem, suscipit in posuere in, interdum non magna.

Invader a Parigi sostiene la causa vegana. Dove? A Veggietown, naturalmente…

Da alcuni giorni, sono comparsi a Parigi alcuni mosaici con i personaggi pixelati che richiamano alle mente uno dei più famosi videogiochi degli anni Ottanta, Space Invaders. L’autore è infatti proprio Invader, street artist francese che lavora fin dagli anni novanta con questa tecnica, spargendo mosaici sui muri di tutto il mondo.

Calvin Klein diventa Pop. In accordo con la Fondazione Andy Warhol

Calvin Klein riparte dal pop, sposando la filosofia e l’estetica di Andy Warhol. È il senso dell’accordo che il marchio di moda americano ha realizzato con la Andy Warhol Foundation, grazie al quale i creativi di Calvin Klein avranno accesso all’intero corpus di lavori dell’artista, incluse molte opere inedite, e soprattutto avranno la […]

Addio a Richard Hambleton, “l’uomo ombra” che inventò la street art

di Vlady Art.

È scomparso da poche settimane l’artista americano Richard Hambleton, una delle ultime figure “romantiche” a essere sopravvissute fino ai giorni nostri, rappresentante di quella scena newyorkese ormai leggendaria alla quale, insieme a Haring e Basquiat, viene attribuita la nascita della street art. Le sue silhouette nere, schizzate sui […]

Nuovo corso a Milano sull’arte di strada: artista condannato a sei mesi, senza attenuanti. E per lui si profila il carcere

Sarebbe, di fatto, il primo caso in Italia. E un precedente pericoloso, che alzerebbe in maniera preoccupante il livello dello scontro tra istituzioni e writers (o street artists che dir si voglia), riducendo tutta l’arte di strada, considerata tra i fenomeni più rilevanti degli ultimi decenni non solo dal punto di vista sociale […]

Grand Art, nella Stanza del collezionista uno spunto critical-pop per riflettere sul ruolo del collezionista. E per prendersi gioco della seriosità delle fiere

Questo giornale non si è mai occupato – deliberatamente – di quei contenitori irrilevanti e generalmente iper-conformisti che sono le fiere d’arte contemporanea. Mentre altri magazine d’arte sprecano fiumi del loro prezioso inchiostro digitale (spesso sperticandosi in ridicole lodi verso i loro “curatori” e organizzatori, non si sa mai che ne esca qualche […]