Flash news

Se n’è andato Omar Ronda, artista, collezionista e instancabile agitatore culturale

Se n’è andato questa mattina Omar Ronda, artista, agitatore culturale e artistico, collezionista di altissimo livello, con opere che partivano dalla Pop Americana in avanti, e, in un lontano passato, anche mercante e gallerista, mestiere grazie al quale era entrato in contatto con artisti, dealer e curatori di tutto il mondo. Era stato l’inventore, il cuore e la mente del progetto Cracking Art, dal quale nel 2008 si era poi distaccato, per incomprensioni e divergenze con gli altri membri ... continua→

Banksy, il Natale è Alternativity: con due nuovi pezzi e un festival a Betlemme

Due nuovi pezzi di Banksy, come altre volte posti proprio sul confine tra Israele e Cisgiordania, dove l’artista britannico ha inaugurato pochi mesi fa il suo Walled Off Hotel (l’hotel "fuori dal muro"). E poi, un “festival spettacolare”, con pièce teatrali e performance varie, suggestivamente chiamato “Alternativity”, con la collaborazione di diversi artisti, come il perfomer Rihaam Issac e il regista Danny Boyle (già noto come regista di Trainspotting e di The Millionaire). È ... continua→

Invader a Parigi sostiene la causa vegana. Dove? A Veggietown, naturalmente…

Da alcuni giorni, sono comparsi a Parigi alcuni mosaici con i personaggi pixelati che richiamano alle mente uno dei più famosi videogiochi degli anni Ottanta, Space Invaders. L’autore è infatti proprio Invader, street artist francese che lavora fin dagli anni novanta con questa tecnica, spargendo mosaici sui muri di tutto il mondo. La particolarità degli ultimi lavori di Invader è però proprio il tema scelto per l’occasione dall’artista: i mosaici, infatti, sono tutti a tema ... continua→

-5

Proclamata l’indipendenza di una nuova Repubblica. Di Catalogna? Macchè: di Cardeña

Un proclama pubblico, politico, rivoluzionario: con tanto di maschere, bizzarri scettri floreali e abiti folcloristico-tribali, per annunciare (“a cinquant’anni e un giorno dall’assassinio di Che Guevara in Bolivia, nostro fratello di sangue e nostro compagno d’avventure”), l’indipendenza e l’autonomia della loro “Repubblica”. Di chi parliamo, degli indipendentisti della Catalogna? No, della crew dell’artista (catalano di nascita, nato a Balaguer, poco lontano da Barcellona: ... continua→

Barricate d’arte. Da Milano un’idea irrompe nel dibattito sulla sicurezza

Vere barriere anti-sfondamento. Anzi: “barricate”, nel senso più autentico del termine. Ma barricate d’arte: gioiose, colorate, pop, ma nello stesso tempo utili a far riflettere chiunque vi si imbatta sul fatto che viviamo in una situazione di emergenza permanente, e che ogni gesto, ogni passo che facciamo è condizionato da uno stato, se non sempre di “guerra”, certo di tensione e di “emergenza” continua, tra genocidi, terrorismo, migranti in fuga che muoiono nei mari, e ... continua→

Performance “curativa” di Nicola Mette in Sardegna. Che guarda a Beuys e alla sua “difesa della Natura”

Si intitola proprio così, “A mio babbo: voglio crescere a modo mio come la mia natura vuole", con un titolo lungo e appassionato degno di un film della Wertmüller, l’ultima performance di Nicola Mette, performer sardo che da tempo si batte, attraverso azioni estemporanee, l’uso del corpo e del travestimento, per il riconoscimento dei diritti e contro ogni forma di discriminazione, soprattutto in campo di differenza di genere. E questa, la performance che ha compiuto a Sindia, ... continua→

Big Laura Story

oggi sposi home

Matrimonio gay o tradizionale? Nessuno dei due. Un legame sui generis datato 1985

Quarta puntata con Big Laura Story. Fotoracconto di un decennio – i mitici anni Ottanta – riletto attraverso l’obiettivo di Antonio De Luca, artista e fotografo che in quegli quegli anni, a Milano, ha immortalato senza sosta eventi d’arte, di moda, di divertimento, notti sregolate e fuori dagli schemi. Protagonista e icona pop di quel pazzo pazzo decennio, Big Laura, indimenticata Pr di eventi e di memorabili feste della Milano by night, a metà strada tra musica, moda, arte, ... continua→

Keep Calm: l’arte è un gioco, e l’importante è divertirsi

Keep Calm e impara a capire l’arte (edizioni Newton Compton, euro 9,90, pagg. 290) è un manuale scritto da Alessandra Redaelli che insegna a guardare, interpretare e capire l’arte contemporanea. Abbiamo chiesto all’autrice di raccontarci com’è nato, com’è strutturato, di quali opere e autori tratta e perché.

di Alessandra Redaelli

Carteggio d’arte e d’amore. I dolori del giovane de Chirico

Un carteggio saltato fuori dopo quasi cent’anni dal cassetto di un vecchio comò. Il carteggio è quello di Giorgio de Chirico con una giovane ragazza ferrarese, Antonia Bolognesi, con cui l’allora giovane pittore ebbe una breve ma intensa relazione. Relazione di cui, per quasi cent’anni, nessuno ha mai saputo niente, tranne la diretta […]

La sindrome di Cappuccetto rosso e l’arte contemporanea

cover maretti tagliata

di Alessandro Riva

Cosa guardiamo quando parliamo di arte? Parafrasando un celebre titolo di una raccolta di racconti di Raymond Carver (What We Talk About When We Talk About Love), mi sono trovato, quasi senza volerlo, a ragionare su una delle questioni-chiave dell’arte contemporanea: se è vero che, da Duchamp in […]

Psyco mappe. Due viandanti persi tra arte e delitti milanesi

Metti un criminologo, Luca Steffenoni, da sempre attratto dal lato oscuro della città. E metti una storica dell’arte, Manuela Alessandra Filippi, che di Milano coglie la grande bellezza, artistica e storica. Prendi un milanese un po’ cinico che si occupa di delitti e mettilo insieme ad una globtrotter solare che dell’arte ha fatto […]

Max Papeschi: Le inaugurazioni, quei meravigliosi valzer del nulla

photo

Ironico, spiazzante, irriverente, provocatorio, iconoclasta. È Max Papeschi, digital artista di facile richiamo mediatico nonché di notevole e rapido successo commerciale, divertito e scanzonato cavalcatore della nuova ondata di provocazione pop e di rimescolamento di carte tra immaginario storico-politico, pubblicitario, artistico e mediale, anticonformista quel tanto che basta a far divertire media e […]

Eccellenti pittori, un pamphlet in difesa del bello

eccellenti pittori

di Paolo Bianchi

Telefono a Camillo Langone, che negli ultimi anni ha dedicato tempo ed energie per scoprire, nella nostra Penisola, gente che sappia ancora dipingere. Gli chiedo come va il suo libro, uscito nell’autunno scorso. S’intitola Eccellenti Pittori (l’editore è Marsilio) e si propone di stilare un catalogo di venticinque ritratti […]