Flash news

L’arte Japan Pop sbarca in Franciacorta. Con una Salomè gigante (e gonfiabile) di Tomoko

Il Pop giapponese sbarca in Franciacorta. E vede come protagonista Tomoko Nagao, con un’enorme scultura gonfiabile che riproduce le fattezze della sua “Salomè”, eroina dalla testa mozzata trasformata dalla creatività pop dell’artista in una testa di bambola in stile manga. Ma non mancano anche altri grande nomi contemporanei, a cominciare da Takashi Murakami, superstar del neopop giapponese e inventore dell’estetica Superflat, per continuare con Hiroyuki Takahashi e Hitomi Maehashi. ... continua→

Wiola, spunta un quadrato di vernice su Palazzo Marino e sul Pac. Per riaprire il dibattito sull’arte pubblica

Wiola torna a colpire. Il collettivo di attivisti che, dopo l’esperienza di “Occupy Pac” dell’anno passato (durante il quale un nutrito gruppo di artisti aveva simbolicamente e pacificamente occupato il Padiglione d’arte contemporanea di Milano per riportare a galla contraddizioni, ipocrisie e furbizie delle istituzioni sul tema dell’arte pubblica, della repressione al graffitismo illegale e dell’agibilità di spazi pubblici), oggi è tornato a far sentire la sua voce. Con una ... continua→

Se n’è andato Omar Ronda, artista, collezionista e instancabile agitatore culturale

Se n’è andato questa mattina Omar Ronda, artista, agitatore culturale e artistico, collezionista di altissimo livello, con opere che partivano dalla Pop Americana in avanti, e, in un lontano passato, anche mercante e gallerista, mestiere grazie al quale era entrato in contatto con artisti, dealer e curatori di tutto il mondo. Era stato l’inventore, il cuore e la mente del progetto Cracking Art, dal quale nel 2008 si era poi distaccato, per incomprensioni e divergenze con gli altri membri ... continua→

Banksy, il Natale è Alternativity: con due nuovi pezzi e un festival a Betlemme

Due nuovi pezzi di Banksy, come altre volte posti proprio sul confine tra Israele e Cisgiordania, dove l’artista britannico ha inaugurato pochi mesi fa il suo Walled Off Hotel (l’hotel "fuori dal muro"). E poi, un “festival spettacolare”, con pièce teatrali e performance varie, suggestivamente chiamato “Alternativity”, con la collaborazione di diversi artisti, come il perfomer Rihaam Issac e il regista Danny Boyle (già noto come regista di Trainspotting e di The Millionaire). È ... continua→

Invader a Parigi sostiene la causa vegana. Dove? A Veggietown, naturalmente…

Da alcuni giorni, sono comparsi a Parigi alcuni mosaici con i personaggi pixelati che richiamano alle mente uno dei più famosi videogiochi degli anni Ottanta, Space Invaders. L’autore è infatti proprio Invader, street artist francese che lavora fin dagli anni novanta con questa tecnica, spargendo mosaici sui muri di tutto il mondo. La particolarità degli ultimi lavori di Invader è però proprio il tema scelto per l’occasione dall’artista: i mosaici, infatti, sono tutti a tema ... continua→

-5

Proclamata l’indipendenza di una nuova Repubblica. Di Catalogna? Macchè: di Cardeña

Un proclama pubblico, politico, rivoluzionario: con tanto di maschere, bizzarri scettri floreali e abiti folcloristico-tribali, per annunciare (“a cinquant’anni e un giorno dall’assassinio di Che Guevara in Bolivia, nostro fratello di sangue e nostro compagno d’avventure”), l’indipendenza e l’autonomia della loro “Repubblica”. Di chi parliamo, degli indipendentisti della Catalogna? No, della crew dell’artista (catalano di nascita, nato a Balaguer, poco lontano da Barcellona: ... continua→

Big Laura Story

oggi sposi home

Matrimonio gay o tradizionale? Nessuno dei due. Un legame sui generis datato 1985

Quarta puntata con Big Laura Story. Fotoracconto di un decennio – i mitici anni Ottanta – riletto attraverso l’obiettivo di Antonio De Luca, artista e fotografo che in quegli quegli anni, a Milano, ha immortalato senza sosta eventi d’arte, di moda, di divertimento, notti sregolate e fuori dagli schemi. Protagonista e icona pop di quel pazzo pazzo decennio, Big Laura, indimenticata Pr di eventi e di memorabili feste della Milano by night, a metà strada tra musica, moda, arte, ... continua→

Olivera ci riprova. L’artista catalano si spoglia a Londra di fronte a Millais e a Tintoretto

Olivera ci riprova. E fa centro un’altra volta, facendo parlare di sé sui giornali di tutt’Europa. Per la verità, quando si era spogliato nudo nella Fontana di Trevi, esattamente un mese fa, tutti i giornali italiani (eccetto il nostro, che aveva colto fin da subito il carattere artistico dell’operazione), avevano parlato di “oltraggio […]

Obama accolto a Milano da un immenso scheletro. Di un dinosauro? No, di un pollo. D’allevamento

È arrivato a Milano in pompa magna, con un corteo di 14 auto blindate, accolto da un bagno di folla ovunque si fermasse, dalla Pinacoteca Ambrosiana al Duomo, e cena finale assieme a Renzi, Monti, John Elkann, Montezemolo, Tronchetti Provera, Diego Della Valle e altri selezionatissimi commensali. Stiamo parlando dell’ex Presidente degli Stati […]

Nudo nella Fontana di Trevi, con un fiore. In omaggio alla bellezza. E come protesta contro il tabù del corpo

“Roma, turista si tuffa nella Fontana di Trevi: ‘Voglio purificarmi’. Maximulta da 450 euro per uno spagnolo”. Titola così Il Messaggero, non diversamente dal Corriere della Sera e da altri quotidiani (mentre La Repubblica scrive: “Ancora oltraggi ai monumenti: turista nudo lancia fiori nella Fontana di Trevi”), per commentare la perfomance del giovane […]

Pignatelli censurato a Maastricht? E Persepoli torna. A teatro

Censurata dal Telaf di Maastricht, una delle fiere d’arte e antiquariato più importanti del mondo, e ora ripresa, in segno di solidarietà, come suggestione visiva dal Teatro Due di Parma, a corredo scenografico del Malato immaginario di Molière con la regia di Walter Le Moli. È la sorte di una delle ultime opere […]

Nasce il Walled Off Hotel, l’albergo-opera d’arte di Banksy al confine con la Cisgiordania

Si chiamerà Walled Off Hotel ed è un hotel… ma anche un’opera d’arte. L’autore è Banksy, naturalmente, e il luogo, Betlemme, a poche decine di metri dal famigerato muro della West Bank, è già di per sé una garanzia di discussione e di interesse. Già, perché l’hotel non solo conterrà numerose opere originali […]

Tatuaggi Maori, ma in salsa pop. Caminiti sbarca in Nuova Zelanda. E reinterpreta (coi ragazzi) le antiche tradizioni delle tribù

Tatuaggi maori. Ma rivisitati in salsa pop. Pieni di colori forti, accesi, esplosivi. È l’operazione che l’artista messinese Alex Caminiti, uno dei massimi esponenti della nuova astrazione italiana, ha “testato” su un gruppo di volontari, di bambini e di ragazzi in occasione della sua mostra personale alla Kaan Zamaan Gallery di Kerikeri, la […]

Galliano in India alla Biennale di Kochi. Coi suoi quadri “meticci”: così il Bad Trip diventa un Good Trip

Unico italiano presente alla Biennale di Kochi (Kochi-Muziris Biennale), nello stato indiano del Kerala, Daniele Galliano ha scelto, per partecipare alla manifestazione, una forma molto particolare di pittura: non più le nottate giovanili e i rave party con cui si era fatto conoscere una quindicina d’anni fa, non più i paesaggi, le folle, […]

De Piante, editore a caccia di inediti, con arte. Si parte con un Montale “privato” (e un po’ lagnoso) e cover di Floreani

La prima copertina è opera di Roberto Floreani, tra i migliori astrattisti italiani, con una “insana” passione per il futurismo (sua è l’ideazione dello spettacolo Zang Tumb Tumb, fatto di declamazione di versi, musica, videoproiezioni e aerodanza, che ha già girato mezza Italia con grande successo). Così la nuova casa editrice De Piante, […]

Palazzo “ghiacciato” a Milano. Incidente? No. Street Art? Neppure. È la pubblicità, bellezza

Un incidente? Sembrava proprio così, almeno in un primo momento, quando i passanti si sono trovati di fronte un palazzo completamente ghiacciato, dalle finestre agli stipiti fino alle pietre dei muri esterni. La causa? Forse, di diceva in giro, un condizionatore d’aria rimasto acceso fin da agosto. Strano, no? E infatti.

Presidente del mondo. Anzi, no: robot, pupazzo, sex toys. L’era Trump si apre all’insegna della parodia pop

Donald Trump? È un bambolotto, un giocattolo, un pupazzo, anzi, no, una Action Figure. Che lo rappresenta in veste di Padrone del Mondo. Oppure è un personaggio dei videogiochi. O ancora una maschera, un gadget, un fumetto, un cartone animato. In rete, ormai, le parodie del Presidente appena eletto degli Stati Uniti si […]