Flash news

Se n’è andato Omar Ronda, artista, collezionista e instancabile agitatore culturale

Se n’è andato questa mattina Omar Ronda, artista, agitatore culturale e artistico, collezionista di altissimo livello, con opere che partivano dalla Pop Americana in avanti, e, in un lontano passato, anche mercante e gallerista, mestiere grazie al quale era entrato in contatto con artisti, dealer e curatori di tutto il mondo. Era stato l’inventore, il cuore e la mente del progetto Cracking Art, dal quale nel 2008 si era poi distaccato, per incomprensioni e divergenze con gli altri membri ... continua→

Banksy, il Natale è Alternativity: con due nuovi pezzi e un festival a Betlemme

Due nuovi pezzi di Banksy, come altre volte posti proprio sul confine tra Israele e Cisgiordania, dove l’artista britannico ha inaugurato pochi mesi fa il suo Walled Off Hotel (l’hotel "fuori dal muro"). E poi, un “festival spettacolare”, con pièce teatrali e performance varie, suggestivamente chiamato “Alternativity”, con la collaborazione di diversi artisti, come il perfomer Rihaam Issac e il regista Danny Boyle (già noto come regista di Trainspotting e di The Millionaire). È ... continua→

Invader a Parigi sostiene la causa vegana. Dove? A Veggietown, naturalmente…

Da alcuni giorni, sono comparsi a Parigi alcuni mosaici con i personaggi pixelati che richiamano alle mente uno dei più famosi videogiochi degli anni Ottanta, Space Invaders. L’autore è infatti proprio Invader, street artist francese che lavora fin dagli anni novanta con questa tecnica, spargendo mosaici sui muri di tutto il mondo. La particolarità degli ultimi lavori di Invader è però proprio il tema scelto per l’occasione dall’artista: i mosaici, infatti, sono tutti a tema ... continua→

-5

Proclamata l’indipendenza di una nuova Repubblica. Di Catalogna? Macchè: di Cardeña

Un proclama pubblico, politico, rivoluzionario: con tanto di maschere, bizzarri scettri floreali e abiti folcloristico-tribali, per annunciare (“a cinquant’anni e un giorno dall’assassinio di Che Guevara in Bolivia, nostro fratello di sangue e nostro compagno d’avventure”), l’indipendenza e l’autonomia della loro “Repubblica”. Di chi parliamo, degli indipendentisti della Catalogna? No, della crew dell’artista (catalano di nascita, nato a Balaguer, poco lontano da Barcellona: ... continua→

Barricate d’arte. Da Milano un’idea irrompe nel dibattito sulla sicurezza

Vere barriere anti-sfondamento. Anzi: “barricate”, nel senso più autentico del termine. Ma barricate d’arte: gioiose, colorate, pop, ma nello stesso tempo utili a far riflettere chiunque vi si imbatta sul fatto che viviamo in una situazione di emergenza permanente, e che ogni gesto, ogni passo che facciamo è condizionato da uno stato, se non sempre di “guerra”, certo di tensione e di “emergenza” continua, tra genocidi, terrorismo, migranti in fuga che muoiono nei mari, e ... continua→

Performance “curativa” di Nicola Mette in Sardegna. Che guarda a Beuys e alla sua “difesa della Natura”

Si intitola proprio così, “A mio babbo: voglio crescere a modo mio come la mia natura vuole", con un titolo lungo e appassionato degno di un film della Wertmüller, l’ultima performance di Nicola Mette, performer sardo che da tempo si batte, attraverso azioni estemporanee, l’uso del corpo e del travestimento, per il riconoscimento dei diritti e contro ogni forma di discriminazione, soprattutto in campo di differenza di genere. E questa, la performance che ha compiuto a Sindia, ... continua→

Big Laura Story

oggi sposi home

Matrimonio gay o tradizionale? Nessuno dei due. Un legame sui generis datato 1985

Quarta puntata con Big Laura Story. Fotoracconto di un decennio – i mitici anni Ottanta – riletto attraverso l’obiettivo di Antonio De Luca, artista e fotografo che in quegli quegli anni, a Milano, ha immortalato senza sosta eventi d’arte, di moda, di divertimento, notti sregolate e fuori dagli schemi. Protagonista e icona pop di quel pazzo pazzo decennio, Big Laura, indimenticata Pr di eventi e di memorabili feste della Milano by night, a metà strada tra musica, moda, arte, ... continua→

Emilio Isgrò: “La cancellatura? È una forma di distruzione creativa”

Isgrò ritratto

intervista di Alberto Fiz a Emilio Isgrò

Nel 1964 è nata la cancellatura. Quali sono state le ragioni che ti hanno condotto a un gesto così evrsivo?

L’idea che l’arte non fosse un oggetto da appendere al muro o da presentare su una base, ma, piuttosto, uno strumento di […]

Ciacciofera: “Il tempo non esiste. Attraverso l’arte riattivo archetipi e memorie”

di Hans Ulrich Obrist.

“Come gli insetti che osserva, collezione ed evoca nei suoi disegni, Ciacciofera sembra scrutare il mondo con occhi multisfaccettati che sfondano il reale in tutta la sua vastità. Questo sguardo penetrante, che tutto abbraccia, gli impedisce di soffermarsi su un singolo aspetto di questa realtà, come se […]

FabioViale: “Il punk è vivo. E riparte dal tattoo”

di Giuditta Elettra Lavinia Nidiaci

“Ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria”. Il terzo principio della dinamica, in fisica, ci parla apertamente dell’energia generata da un contrasto, lo stesso che Fabio Viale mette in scena nel suo nuovo progetto, Punk.

Il punk di Viale ha origini […]

Pasquale De Sensi. “La mia arte? Per metà sogno e per metà teorema”

Pasquale DE Sensi copia

di Alex Urso

Pasquale De Sensi ha appena inaugurato una sua mostra personale all’ l’Istituto Italiano di Cultura di Varsavia intitolata Małe Limbo. Lo abbiamo intervistato per capire le motivazioni, il senso e le prospettive future del suo lavoro.

Pasquale de Sensi, Violini nell’incendio, 2015, collage su carta, 21×30 cm.

[…]

“L’arte? A volte mi va stretta. Ma è la mia unica zattera di salvataggio”. Parola di Giovanni Albanese

Albanese

di Giuditta Elettra Lavinia Nidiaci

“C’è una luce che non si spegne mai”, recita una celebre canzone del gruppo alternative rock britannico “The Smiths”, che ci invita a una riflessione importante e mai scontata: c’è sempre qualcosa che brilla per noi, il mondo, la natura, sono pieni di […]

Kostabi: “il segreto del successo? Essere concettuale e popolare”. Fra poco anche in un film

kostabi x home

di Giuditta Elettra Lavinia Nidiaci

È uno degli artisti che hanno rotto maggiormente gli schemi, soprattutto in tema di comunicazione. Durante gli anni Ottanta, ha fatto largo uso dei mass media in modo provocatorio, addirittura mediante alcune auto-interviste, dissertando riguardo ad un’arte “strumentale” e “pratica”. Ama dare consigli […]

Thomas Berra dà i numeri. Alla Room Gallery, con 890 opere

thomas berra home

Più di Ottocento opere. Tre anni di lavoro. Un chilo e mezzo di chiodi. E una settimana di lavoro per montare il tutto. Sono i numeri di Thomas Berra, in mostra alla Room Gallery di Milano con una sorprendente, multiforme e iperstratificata installazione, che ricopre tutti i muri della galleria in un continuum […]

TvBoy: Arte è bello. Ma Street Art è ancora meglio

Salvatore Benintende, in arte conosciuto come Tv Boy, è uno street artist di seconda generazione, venuto alla ribalta nei primi anni Duemila con l’ondata di arte di strada italiana più ironica e scanzonata, meno ideologica e più ludica, di cui si è avuta ampia rappresentanza nella celebre mostra milanese “Street Art Sweet Art”. […]

Gligorov: ricomincio da Histery

GEMMA,2014

di Dafne Riva

Robert Gligorov è uno degli artisti più eclettici, complessi e poliedrici della scena europea e internazionale. Le sue opere, in bilico tra intelligente demistificazione dei luoghi comuni e ricerca del paradosso, hanno spesso scioccato, disturbato, creato dibattiti e subìto a volte anche censure, come quando, nel 2011, gli […]

Sgarbi: “Ecco il mio Expo. Da Leonardo al contemporaneo”.

Vittorio Sgarbi, neoambasciatore per le belle arti dell’ Expo del 2015 per la Regione Lombardia, lancia il suo programma per Expo all’insegna della valorizzazione dei ”veri padiglioni” di cui Milano dispone: quelli di Leonardo, di Bramante, di Tiepolo, di Michelangelo. Con l’aggiunta dei Bronzi di Riace, dei quali Sgarbi ha chiesto, proprio […]