A sample text widget

Etiam pulvinar consectetur dolor sed malesuada. Ut convallis euismod dolor nec pretium. Nunc ut tristique massa.

Nam sodales mi vitae dolor ullamcorper et vulputate enim accumsan. Morbi orci magna, tincidunt vitae molestie nec, molestie at mi. Nulla nulla lorem, suscipit in posuere in, interdum non magna.

Satyricon

di Richard Mutt

Dopo aver dato spazio alla parodia politicamente iperscorretta di Dario Arcidiacono, ripubblichiamo ora la parodia, rifatta à la manière de Richard Mutt, della copertina con cui Charlie Hebdo è tornato in edicola dopo il massacro della sua redazione nel gennaio scorso. Per la libertà di parola, di […]

Bentornato Charlie!

‘…C’est reparti !’, annuncia lo strillo di copertina. Ed è proprio così: a partire da mercoledì 26 febbraio, Charlie Hebdo sarà di nuovo in edicola. In copertina, su uno sfondo rosso fuoco, si vede un piccolo cagnolino, col giornale satirico tra le fauci, che se la dà a gambe. Non somiglia a Lia, […]

L’Academy Award? È un cocainomane. La provocazione di Plastic Jesus

Mentre Hollywood (e tutto il mondo) si prepara alla consegna degli Oscar 2015, ecco che uno street artist californiano, noto col nickname di Plastic Jesus, getta una “bomba” (mediatica) sul celebre tappeto rosso. Proprio sull’Hollywood Boulevard, a pochi metri di distanza dal Dolby Theatre, l’artista californiano ha piazzato una statuetta dell’Oscar in versione […]

Aggredito Combo: ha inneggiato alla coesistenza tra le religioni

La notizia l’ha data lui stesso, dal suo profilo Facebook: “Hier soir j’ai été agressé pour mon art”, “Ieri sera sono stato aggredito per la mia arte”. Sopra, la sua faccia, malconcia e sanguinante, e a seguire la descrizione dettagliata della vigliacca “spedizione punitiva” nei suoi confronti. Lui si chiama Combo, ha 28 […]

PippoReporter giustiziato dall’Isis. La risposta di Mauro Biani al dietrofront della Panini

Con buona pace di Pierangelo Buttafuoco, che, in un crescendo di arzigogoli mentali, sul Sole 24 ore aveva definito “un punto a favore dei tagliagole” e un “regalo al Califfo” l’annunciata copertina di Topolino che mostrava Topolino, Paperino e gli altri personaggi Disney con le matite alzate in segno di solidarietà verso […]

Lettera aperta di una bambina a Topolino: quella copertina è un simbolo di libertà

Caro Topolino,

mi chiamo Penelope e ho 8 anni e sono una grande lettrice di “Topolino”. Anche mia sorella e mio fratello leggevano “Topolino” mio fratello ha 14 anni e mia sorella ha 18 anni e hanno iniziato a leggerlo a 8 e abbiamo quasi tutta la collezione.

Autogol alla Panini. Dietrofront, Topastro: tu non sarai mai Charlie Hebdo!

Topolino? Il n’est pas Charlie Hebdo, non è Charlie Hebdo. È stato un fulmine a ciel sereno per chi ha a cuore la libertà d’espressione (e di satira) la notizia che il celebre settimanale della Disney non intende esprimere solidarietà, attraverso l’ormai celebre gesto della “matita alzata”, ai giornalisti e fumettisti di Charlie […]

Francia, altre polemiche sulla libertà di satira. Sotto accusa un porno-affresco

Libertà d’espressione? Libertà di satira? Libertà di essere scurrili, sconci e volgari al limite (e oltre) la pornografia? Beh, andiamoci piano. Finché si tratta di far satira (anche pesante) su temi quali la religione, l’Islam e il Profeta, ok: tutto sembra permesso, après tout. Ma se invece la volgarità e la satira toccano […]

Iniziative a tempo record nel nome di Charlie. Ma con qualche scivolone

Tutto è permesso in nome di Charlie Hebdo. Dev’essere questo il retropensiero di molti in queste ore, se è vero che, dopo l’ondata di sdegno seguita alla strage nella sede del settimanale francese, diverse iniziative sono sorte “nel nome di Charlie”: a volte, però, con qualche… scivolone. La vicenda più eclatante è l’iniziativa […]

Irresponsabile. Come prima, più di prima. Charlie Hebdo torna in edicola

È già tornato in edicola. Di nuovo, con un’immagine di Maometto, il Profeta, in copertina. È proprio lui, stavolta, a reggere il cartello “Je suis Charlie” (sotto la scritta “Tout est pardonné“, “Tutto è perdonato”), come milioni di persone hanno fatto in questi giorni, in tutto il mondo, in segno di solidarietà […]