A sample text widget

Etiam pulvinar consectetur dolor sed malesuada. Ut convallis euismod dolor nec pretium. Nunc ut tristique massa.

Nam sodales mi vitae dolor ullamcorper et vulputate enim accumsan. Morbi orci magna, tincidunt vitae molestie nec, molestie at mi. Nulla nulla lorem, suscipit in posuere in, interdum non magna.

Bello Figo, col suo libro “Swag Negro” si apre l’era delle nuove icone pop brutte, sporche e cattive

di Alessandro Riva

Bello Figo? Un’icona pop. Naturalmente, un pop nuovissimo, postcontemporaneo, destrutturato, remixato, fluido e difficilmente etichettabile, insomma un vero e proprio “Pop 3.0”. È questa, in poche parole, l’idea che sta alla base del libro-diario “Swag Negro”, appena uscito per Rizzoli e già stravenduto fin dalla […]

Demo a Mondovì, tra pop culture, trash, classicità

di Rebecca Delmenico. Francesco De Molfetta prosegue il suo cammino attraverso la tradizione nella lavorazione della ceramica e, dalla collaborazione con la storica azienda Besio 1842, ha avuto occasione di addentrarsi e fare proprie le tecniche di lavorazione della ceramica monregalese. Durante questa esperienza egli ha ideato alcune ceramiche site specific, mantenendo la […]

Porcellana, Mon Amour! All’insegna del Pop. E con una spolverata Splatter…

di Rebecca Delmenico e Alessandro Riva

La porcellana? È pop. Anzi, arcipop. Poppissima. Alla faccia della lunga storia che la contraddistingue, degli oltre mille anni che ne segnano il cammino, oggi anche questo materiale, un tempo considerato nobile e pregiato (un esempio per tutti è la porcellana di […]

Omar Ronda e De Molfetta: “L’arte oggi? Una noia. Tanto vale buttarla sul ridere”

di Alessandro Riva

In dialetto lombardo si usa il termine “Barlafüs” per indicare una cosa che ha poca importanza, una cianfrusaglia, ma anche, se riferito a una persona, un incompetente, un buono a nulla. Singolare, ma molto coerente con l’ironia (e l’autoironia) che da sempre caratterizza il lavoro […]

De Molfetta. Un’aria da tragedia annunciata dietro il sorriso del clown

di Alessandro Riva

“Da bambini si sogna di diventare cantanti, attori, astronauti. Tu cosa sognavi di diventare?”, ha chiesto una volta un intervistatore a Francesco De Molfetta. Risposta, lapidaria e sarcastica quanto il suo lavoro: “Sognavo di vendere giocattoli!”. In questo umorismo freddo, controllato, che arriva dritto al cuore di […]

Cattelan e l’ombra del plagio. È un genio o un citazionista?

di Angelo Crespi.

In questi giorni, sottotraccia, sta proseguendo una polemica che ha per oggetto Cattelan e la sua ultima “opera”, la copertina del New York Times Magazine in edicola dal 22 febbraio. Il critico Alessandro Riva su IF Magazine, ripreso poi da altre testate on line, ha evidenziato come l’immagine […]

Crisi d’idee? Dopo De Molfetta, anche la fotografa Olivia Locher rivendica la paternità della copertina di Cattelan

Olivia Locher, "How to Get an Idea," 2013.

di Alessandro Riva

Non bastava De Molfetta (vedi articolo su If Magazine “L’ultima di Cattelan? Una scopiazzatura. Da una vecchia idea di Francesco De Molfetta”). Ora anche un’altra artista, l’americana Olivia Locher, rivendica la paternità di un’idea – quella di Maurizio Cattelan per la copertina del New York […]

L’ultima di Cattelan? Una scopiazzatura. Da una vecchia idea di Francesco De Molfetta

Cattelan? Il suo regno, e la sua fortuna, sono sempre state le idee. Senza le idee, il suo lavoro sarebbe – diciamocelo francamente – tanto debole da apparire quasi… inconsistente. E se a un tratto fosse anche lui a corto di idee? Beh, a quanto pare, quel momento è arrivato. Per lo meno […]

Milano Tatoo Convention, grande spazio all’arte. Con performance a sorpresa

Si chiama Milano Tatoo Convention e non è proprio un festival alle prime armi… esiste infatti dal lontano 1995 e oggi è considerata la prima convention italiana dedicata al mondo del tatuaggio e una tra le più autorevoli a livello internazionale, con oltre 300 tatuatori provenienti da tutto il mondo, dalla Siberia al […]

L’arte nel dopo Charlie Hebdo: la nostra libertà è in pericolo?

di Alessandro Riva

Oui, bien sûr, nous somme tous Charlie Hebdo, siamo tutti Charlie Hebdo (noi, per lo meno, che da sempre amavamo senza riserve l’ironia corrosiva e spietata di Wolinski, Cabu & Co., esattamente come in gioventù abbiamo adorato l’irresistibile e irriducibile sarcasmo di Reiser). E tutti, […]