A sample text widget

Etiam pulvinar consectetur dolor sed malesuada. Ut convallis euismod dolor nec pretium. Nunc ut tristique massa.

Nam sodales mi vitae dolor ullamcorper et vulputate enim accumsan. Morbi orci magna, tincidunt vitae molestie nec, molestie at mi. Nulla nulla lorem, suscipit in posuere in, interdum non magna.

Coexist. Per non cedere alla paura. Dalla Francia una parola di speranza (e di rivolta) dallo street artist Combo

 

Nel giorno della coesistenza simbolica tra cristiani e musulmani, con la partecipazione della comunità islamica alle messe nelle chiese cattoliche nelle maggiori città francesi in risposta alla violenza e al terrorismo, IF Magazine ha voluto prendere in prestito il simbolo “Coexist” allo street artist Combo, per ribadire la necessità dell’amicizia, della […]

Milo Moiré, cronaca di un arresto annunciato. E parecchio datato

Arte o provocazione? Le due cose coincidono da anni, ma forse questo ci ha anche un po’ stufato. Come infatti sostiene lo psicanalista e filosofo sloveno Slavoj Žižek, nella sua breve ma quanto mai incisiva opera Il trash sublime, gli eccessi, ben lontani oggigiorno da essere sovversivi, sono ormai parte integrante del sistema, […]

Speciale Christo. Genialità, furbata o baracconata? Ecco tutte le opinioni in campo

a cura di Giuditta Elettra Lavinia Nidiaci e Diego Bernardi

Seicentomila visitatori in pochi giorni. Code chilometriche. Stazioni d’arrivo affollatissime. Coppie, persone sole, gruppi di amici, comitive, intere famiglie che si sottopongono a stressantissime marce sotto il solleone di luglio, pur di salirci sopra e dire “io ci […]

IfMagazine va in tv. Per raccontare l’arte in tempo reale. Anzi, surreale

Italian Factory Magazine sbarca in tv. Ogni lunedì sera, alle 20.30, sul canale Sky 868 (ma visibile anche sul web, in streaming su arteinvestimenti.it e, a posteriori, sul canale youtube di Italian Factory). Con un programma veloce, di mezz’ora, di notizie in tempo reale (“anzi, surreale”) dal mondo dell’arte e dintorni. Titolo: Italian […]

Nord Corea, che passione! L’arte scopre l’ultimo stato comunista. Scandalosamente naïf. Perché non celebra né cessi né peli pubici

di Alessandro Riva

Il Caro Leader ha motivo di essere soddisfatto. Secondo un vecchio detto attribuito a Oscar Wilde, infatti, “non importa che se ne parli bene o male, l’importante è che se ne parli”. Questo vale anche per lo stato considerato oggi più anacronistico, più incomprensibile e disturbante per […]

Cortocircuiti visivi, stranezze, bizzarrie e immagini sbalorditive dal web

 

source: https://www.instagram.com/p/BFSqZjNJ5Ts/?taken-by=lively122

Megumi Igarashi, l’artista “della vagina”, condannata in Giappone per oscenità

Alla fine è stata condannata. Megumi Igarashi, in arte ‘Rokudenashiko’, che in italiano potrebbe tradursi “cattiva ragazza” (ma anche “ragazza buona-a-nulla”), denunciata e arrestata, in Giappone, per ben due volte (noi di If Magazine ne avevamo parlato, trai primi in Italia, già nel gennaio del 2015, con un articolo significativamente intitolato Who’s Afraid […]

MaxPapeschi sequestrato? No, solo un pesce d’aprile. Ma intanto la data di “Welcome to North Korea” è ancora incerta…

Non era vero niente, naturalmente. Nessun sequestro, nessun gruppo armato denominato “Partito Armato Kimilsungista Kimjongilista”, nessuna distruzione dell’archivio digitale dell’artista più provocatorio e disscrante d’Italia. Stiamo parlando di Max Papeschi e della notizia “sparata” sulla home page di If Magazine all’alba del 1° aprile, dall’eloquente titolo “Notte di terrore a Milano. Sequestro-lampo per […]

Notte di terrore a Milano. Sequestro-lampo per Max Papeschi. È allarme terrorismo anche nel mondo dell’arte?

Ultim’ora. La notizia non è ancora rimbalzata su alcun organo di informazione nazionale, ma noi di If Magazine possiamo darla in anteprima assoluta, grazie a un’informazione riservata pervenutaci nel corso della notte. Ecco succintamente i fatti, così come si stanno svolgendo proprio mentre scriviamo: l’artista Max Papeschi, noto per il […]

In arrivo a Milano la folle giostra mediatica di “Kim” Papeschi. Ma luogo e data rimangono… top secret

Lo slogan recita solamente “The Leader is coming”. Di fianco, il volto assai poco rassicurante del più anacronistico dei dittatori contemporanei, il “caro leader” nordcoreano Kim Jong-Un. Il trattamento della foto, quella, tipicamente pop, di Andy Warhol. A rendere più misteriosa la faccenda, la sagoma di un bel carrarmatino stilizzato che avanza sullo […]